EducazioneDigitale.it propone ora il percorso didattico PAnDA come una directory strutturata di risorse per approfondire temi ambientali all’interno delle classi. Il percorso è suddiviso in sezioni tematiche (Il cambiamento climatico, Gli accordi internazionali, Cause e effetti, Sviluppo sostenibile, Mobilità sostenibile, Ciclo di vita dei prodotti, Efficienza energetica, Energie rinnovabili) che sono articolate in un open mind, una open library e un test finale comune a tutte le sezioni. È presente anche una sezione Green jobs, per dare un accenno su alcune opportunità professionali legate allo sviluppo sostenibile.

OPEN MIND®:

educational multimediale

OPEN LIBRARY:

un ricco archivio di materiali di approfondimento ed eventuali schede per ulteriori esercizi

TEST FINALE:

un test da effettuare dopo la formazione

INNOVAZIONE

METODO OPEN MIND®
Gli strumenti multimediali previsti per la sensibilizzazione e l’orientamento, sfruttano il collaudato format didattico OPEN MIND®: il metodo esclusivo ideale per coinvolgere efficacemente gli studenti, rendendoli protagonisti di un processo di acquisizione di conoscenze e competenze autocostruito, veicolato da una molteplicità di stimoli didattici diversificati, ispirati al CSSC learning, ossia a un apprendimento (Constructive, Self-regulated, Situated, Collaborative). I contenuti sono interiorizzati dagli studenti in modo attivo; i ragazzi escono, così, dal ruolo di fruitori passivi di un sapere trasmesso dal docente mediante una didattica frontale, per imparare attraverso il lavoro cooperativo, la riflessione partecipata e la discussione di gruppo. Tramite domande condivise, graduali approfondimenti tematici e applicazioni pratiche di quanto appreso, gli studenti si sentono coinvolti lungo tutto il corso delle lezioni. L’esperto e/o il docente diventano, così, i facilitatori di un processo di conoscenza partecipato e responsabilizzante, tanto per il singolo, quanto per il gruppo.

LEARNING BY DOING
Il percorso PAnDA prevede, per la fase laboratoriale, attività di Learning by Doing con tecniche di Problem solving e Simulazione, per garantire il più ampio coinvolgimento degli studenti, una maggiore efficacia didattica e una corretta componente operativa, funzionale allo sviluppo di competenze concrete da inserire nel curriculum scolastico.

PEER EDUCATION
Le conoscenze acquisite da ogni classe o studente potranno essere, infine, oggetto di condivisione con i coetanei. La modalità di trasferimento potrà basarsi sulla metodologia della Peer Education, in grado di contribuire al processo di sensibilizzazione avviato dalle precedenti attività.
Gli studenti potranno raccontare l’esperienza vissuta e, utilizzando gli strumenti prodotti per il progetto, condurre in prima persona sessioni formative all’interno dell’Istituto.
In tal modo si otterrà un effetto moltiplicatore dell’attività di sensibilizzazione intrapresa.