Gestire le classi tra DaD ed emozioni

In questo anno di didattica a distanza, alternato a fasi saltuarie di rientro in aula, tutti i docenti, indipendentemente dall’ordine e dal grado scolastico di appartenenza, hanno riscontrato una necessità educativa da parte degli studenti: l’urgenza di supporto nella gestione delle emozioni e dei rapporti interpersonali in contesti, come quello attuale, che non rendono semplice lo scambio personale, il dialogo e la manifestazione dei sentimenti.

Approcci quali la mindfulness e le pratiche dialogiche sono esperienze formative che consentono ai professionisti di migliorare il dialogo, le relazioni professionali, la capacità di ascoltare l’altro e di dialogare in modo costruttivo ed empatico.

La mindfulness, secondo J. Kabat-Zinn significa “porre attenzione in un modo particolare: intenzionalmente, al momento presente e in modo non giudicante”. Oggi le vite frenetiche e a rischio di burn out, offrono poche opportunità per sintonizzarsi con sé stessi e dialogare in modo presente ed empatico.
La mindfulness, come sostiene Daniel Siegel, guida invece ad un approccio alla vita più aperto, sentito e spontaneo, e ha come obiettivo quello di raggiungere “una consapevolezza che rende possibile fare delle scelte anziché vivere in modo automatico”.
L’approccio al dialogo, invece, quotidianamente è utilizzato da ognuno di noi in contesti professionali e privati, non sempre è finalizzato ad uno scambio produttivo ed empatico: l’errore che tutti noi, a volte, commettiamo è quello di parlare ma non comunicare. Le pratiche dialogiche, guidate in modo produttivo, consentono invece di far fronte ai fenomeni di complessità crescente e di disagio sociale, anche nel contesto scolastico.

Esperti del settore come la Dialogical Practices Coaching & Mindfulness, con il supporto di CivicaMente, hanno saputo rispondere a queste nuove necessità educative con dei servizi dedicati al mondo della scuola, fruibili gratuitamente da insegnanti e dirigenti scolastici grazie ai contributi disponibili sulla Carta del Docente.

Dall’introduzione alle pratiche dialogiche, alla gestione delle emozioni, fino alla trasformazione dei conflitti, i servizi di coaching offerti da Dialogicamente hanno l’obiettivo di supportare il corpo docente nella costruzione di una nuova alleanza educativa, volta a trasformare la “scuola dell’emergenza” in “scuola della ripresa”.

Dialogicamente offre a tutte le scuole italiane un nuovo approccio alla mindfulness e alle pratiche dialogiche con l’obiettivo di migliorare le relazioni, valorizzare il lavoro di team e sviluppare un dialogo più empatico e costruttivo con i propri studenti, al fine guidare il corpo docente nell’acquisizione di competenze comunicative e mindset di resilienza necessari per rispondere alle emergenze educative del nostro tempo.

Vi invitiamo a visitare il sito di Dialogicamente per scoprire tutti i servizi dedicati alla scuola.

Condividi l'articolo