Parliamo di ROUTINE e di RELAZIONE educativa

L’adozione della Didattica Digitale Integrata e l’introduzione di nuove dinamiche relazionali nella classe stanno trasformando in maniera sostanziale il nostro modo di insegnare, influenzando significativamente sia il ruolo del docente, sia gli approcci didattici fino ad oggi adottati durante le lezioni svolte in presenza.
Se il periodo di scuole chiuse è stato fondamentale per i docenti nell’acquisizione di skills digitali e nel concreto utilizzo di piattaforme di condivisione, il reperimento di contenuti didattici solidi ed autoconsistenti si rivela piuttosto difficoltoso: molte piattaforme per la didattica distanza, infatti, danno accesso a funzioni e applicazioni utili per attivare video conferenze e classi virtuali, ma non forniscono contenuti educativi da poter utilizzare durante le lezioni svolte da remoto.

Questa stessa necessità è evidente e ancora più impellente oggi, all’inizio di un anno scolastico durante il quale la didattica di tipo misto è diffusamente adottata insieme a metodologie educative innovative: se da una parte è necessario conoscere i canali digitali che offrono validi strumenti per l’attivazione di classi virtuali o webinar, è fondamentale mettere a disposizione dei docenti risorse digitali utili alla costruzione di una routine educativa che possa continuare nel tempo.
Una fonte sempre affidabile e soprattutto gratuita è EducazioneDigitale.it, piattaforma che da oltre 10 anni supporta la scuola e incentiva l’innovazione didattica, condividendo nuove metodologie, strumenti educativi digitali e soluzioni multimediali per tutte le necessità formative.

Su EducazioneDigitale.it i docenti possono trovare molteplici risorse multimediali, pensate per classi di ogni ordine e grado di scuola, sempre disponibili sia on line che off line e utilizzabili, di conseguenza, sia in presenza che a distanza. Gli strumenti didattici di EducazioneDigitale.it consentono di sperimentare molteplici modelli pedagogici incentrati sulla costruzione attiva della conoscenza, come ad esempio il debate, la flipped classroom, ma anche metodologie innovative e pedagogicamente validate come l’Open Mind.

Tutte le risorse sono basate sull’integrazione di diversi stimoli attenzionali, che consentono ai docenti di organizzare lezioni articolare in momenti didattici distinti ma, al contempo, connessi e integrativi.
Questa combinazione bilanciata consente agli insegnanti di coinvolgere attivamente le classi, interessando ogni livello percettivo degli studenti: dalla parte emozionale a quella cognitiva, dall’aspetto psicologico all’abilità più pratica.

Grazie a percorsi sempre ricchi di contenuti, i docenti possono scegliere di impostare una o più lezioni scaricandole dai percorsi presenti in homepage, di utilizzare CLASSI VIRTUALI per assegnare compiti, project works o caricare brevi risorse digitali per una fruizione diretta da parte dello studente, di formare alle STEM ed a temi di orientamento con un percorso di PCTO.

Le piattaforme di didattica digitale arricchite da contenuti sempre disponibili sono un supporto per innovare la routine educativa con strumenti innovativi, per arricchire le lezioni frontali con format digitali coinvolgenti, per sperimentare nuove metodologie didattiche, per provare ad invertire le dinamiche pedagogiche.
I docenti, grazie ad un utilizzo del digitale, possono trasformarsi in veri e propri coach che, valorizzando al massimo le ore di lezione svolte in classe, coinvolgono gli studenti in attività ludico-operative, in momenti di discussione costruttiva, in lezioni di didattica digitale in grado di attivare competenze curricolari ed extracurricolari da parte dei ragazzi.

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *